Draghi alle prese con i decreti attuativi mancanti

Il governo Draghi e le attuazioni dei decreti mancanti

Cambiano i governi, i Ministri e il primo Ministro, ma nulla cambia nella gestione dei DECRETI ATTUATIVI. E’ diventata ormai prassi, quella di demandare ai decreti attuativi, la piena attuazione delle leggi, decreti leggi e decreti legislativi. 380 leggi approvate nella XVII legislatura, 83 delle quali erano conversioni di decreti legge (il 21,84%). Mentre nei primi tre anni della XVIII Legislatura, le leggi approvate sono state 171, delle quali 114 decreti legislativi e 11 regolamenti di delegificazione; per contro sono stati già emanati 94 decreti, 61 dei quali, approvati definitivamente (su 31 è stata posta la questione di fiducia) e 24 invece sono quelli decaduti.  

Occorre però sapere che, l’approvazione di un decreto legge, spesso non ne conclude l’iter. Infatti molte volte per renderli operativi, occorre realizzare e approvare ulteriori atti: i decreti attuativi. Dall’inizio della XVIII legislatura, le misure pubblicate ne prevedevano più di 1.700,  la metà dei quali sono ancora da realizzare o approvare. 

Ma a che serve fare un decreto (atto normativo con valore di legge utilizzato dal governo in casi straordinari di necessità e urgenza), se poi resta bloccato nella sua applicazione, mancando il decreto attuativo?     

Ma quanti sono i decreti attuativi che bloccano l’attuazione delle leggi? 

Manca ancora  all’appello il 57,3% dei decreti attuativi. Dei 171 atti, aventi forza di legge, approvati definitivamente dall’inizio della legislatura, 95 richiedono almeno un decreto attuativo, per la loro piena applicazione. Delle varie attuazioni richieste, 675 (il 57,3%)  non sono state ancora pubblicate. Vai all’approfondimento.

Del decreto Covid semplificazioni, sono l’83,8% le attuazioni mancanti. Molti degli atti, aventi forza di legge (leggi, decreti legge, decreti legislativi), hanno ancora bisogno di decreti attuativi, per poter essere pienamente operativi. 

Dei decreti attuativi, di competenza del ministero della salute, 52 su 66 sono ancora da pubblicare. La pubblicazione dei decreti attuativi, coinvolge praticamente tutti i ministeri ed anche la presidenza del consiglio.

Infine sono 341 i decreti attuativi mancanti, risalenti alla legislatura precedente. I due governi che si sono succeduti, nella gestione dell’emergenza, sono stati certamente sottoposti a una pressione eccezionale, che ne ha condizionato l’azione.

Movimento CittadiniNelCuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.